A Theory of the Aphorism

A Theory of the Aphorism❮BOOKS❯ ✹ A Theory of the Aphorism ✯ Author Andrew Hui – Heartforum.co.uk An engaging look at the aphorism the shortest literary form across time languages and culturesAphorisms or philosophical short sayings appear everywhere from Confucius to Twitter the Buddha to the Bib An engaging look at the aphorism the of the PDF/EPUB » shortest literary form across time languages and culturesAphorisms or philosophical short sayings appear everywhere from Confucius to Twitter the Buddha to the Bible Heraclitus to Nietzsche Yet despite this ubiuity the aphorism is the least studied literary form What are its origins How did it develop How do A Theory PDF or religious or philosophical movements arise from the enigmatic sayings of charismatic leaders And why do some of our most celebrated modern philosophers use aphoristic fragments to convey their deepest ideas In A Theory of the Aphorism Andrew Hui crisscrosses histories and cultures to answer these uestions and With clarity and precision Hui demonstrates how aphorisms ranging Theory of the PDF ´ from China Greece and biblical antiuity to the European Renaissance and nineteenth century encompass sweeping and urgent programs of thought Constructed as literary fragments aphorisms open new lines of inuiry and horizons of interpretation In this way aphorisms have functioned as ancestors allies or antagonists to grand systems of philosophyEncompassing literature philology and philosophy the history of the book and the history of reading A Theory of the Aphorism invites us to reflect anew on what it means to think deeply about this pithiest of literary forms.

.

A Theory of the Aphorism PDF ✓ Theory of the  PDF
  • Hardcover
  • 272 pages
  • A Theory of the Aphorism
  • Andrew Hui
  • 11 January 2014
  • 9780691188959

10 thoughts on “A Theory of the Aphorism

  1. Gretchen Rubin says:

    I love aphorisms epigrams proverbs paradoxes koans and teaching stories of all sorts The aphorism is a very short form but I seem to spend a lot of time reading them and about them these days Send me your favorites I'm collecting them I read about this book in Adam Gopnik's review in the New Yorker The Art of Aphorism

  2. Owlseyes says:

    In these days of COVID 19 lockdowns many of us are housebound Is not a well wrought aphorism supple and limber precisely that which walks leaps climbs and dances Perhaps by reading aphorisms and composing some of our own we can improve our art of living in these dark timesIn

  3. Ben says:

    'In the early modern period gems moved from precious ornaments of religious devotion to secular objects of commodity to scientific instruments Prisms were made of gemlike glass; it was believed that white light was colorless and that the prism itself produced the color A prism is a transparent object used for refracting light that passes through the sides OED and in doing so the spectrum as produced by refraction reveals the nature of light As the prism is to light so is an adage to a philological reading A prismatic aphorism's form and nature remain the same but the richness of its spectrum its polychromatic meanings depends on the reader's hermeneutic angle of approach the reflection refraction and deflection of the light source as it travels through the transparency of the verbal prismAfter Erasmus Newton's experiments demonstrated that a white light shone through a prism disperses into the spectrum of the rainbow Under the right conditions what an aphorism finally reveals is not only its own crystalline color but also the luminous variegated power of the reader's hermeneutics My point is that deciphering the meaning of the aphorism reuires that both the aphorism and the reader be brilliant'

  4. James Klagge says:

    P 2 The theory this book advances is that aphorisms are before against and after philosophyThe philosopher creates and critiues continuous lines of argument The aphorist on the other hand composes scattered lines of intuitionThe aphorists Hui focuses on are Confucius Heraclitus Jesus via Thomas Erasmus Bacon Pascal and Nietzsche Twitter is given rather short shrift Hui by passes Goethe Lichtenberg Schopenhauer Kafka and Wittgenstein Of course you can't cover everything but the ones he by passed were the ones I'd have been most interested in Since I was not too familiar with Confucius Erasmus or Bacon I did learn some things from the book But I didn't feel like I came away with a deeper appreciation of the aphoristic form He repeatedly emphasizes that aphorisms are short in length but long in interpretation But that wasn't news At least the book was short

  5. Dan Graser says:

    This is an appropriately terse and admirably cogent summary of the aphorism as indicated in the subtitle From Confucius to Twitter Mercifully he doesn't dwell on the latter and spends a good amount of time detailing how this miniature art form developed into the myriad forms it has taken At its roots are specific philosophical purpose and explanation and a great deal of hermeneutical depth as evidenced by its use in the works of Erasmus Bacon and Nietzsche Very freuently this mode of discourse and writing was evidence of a overarching telos that was not possible and in many cases considered pernicious by these authors in longer works or systems of philosophical thought An erudite and compact work that remains interesting without getting bogged down in unnecessary detail Great stuff

  6. Antonio Gallo says:

    uesto post riguarda un libro che esplora circa 2500 anni di letteratura in meno di 250 pagine per stabilire una teoria dell'aforisma Da Confucio a Eraclito dal Vangelo apocrifo di Tommaso a Erasmo Bacone Pascal Nietzsche sino ad arrivare niente di meno che a Twitter a Zengo in giapponese illuminazione progressiva e Sutra i discorsi del Buddha Andrew Hui ci dice che non che ha intenzione di scrivere una storia sull'aforisma cosa che lui ritiene lunga e noiosa Dice che vuole elaborare invece una teoria uale teoria Verifcare se gli aforismi sono prima contro e dopo la filosofia Con uesto intende che a volte gli aforismi sono cronologicamente precedenti a una filosofia più sistematica; a volte sono cronologicamente successivi a una filosofia più sistematica; ma ovunue siano posizionati in ordine cronologico si trovano sempre in ualche relazione con una filosofia più sistematica La sua teoria rivela che l'aforisma spesso è un antenato a volte un alleato e talvolta un antagonista per una filosofia sistematica Le lingue citate in uesto originale ed importante studio includono il cinese il greco il latino il francese il tedesco il copto il giapponese il sanscrito e il pali Un intento che rivela un'ambizione di scrittura davvero impressionante Alla fine del libro c'è anche un breve saggio bibliografico con il uale l'autore dà ragione del suo lavoro Segue poi una esaustiva bibliografia Ho letto il libro in versione cartacea dopo di avere letto alcuni estratti in versione digitale Mi sono reso conto che l'argomento mi interessava molto le ragioni vanno ritrovate nella stesura di uesto post Per uesto motivo mi sono procurato la versione cartacea Un argomento del genere che spazia in tremila anni di storia della comunicazione non può che essere studiato in maniera fisica oltre che mentale sulle pagine a stampa di un libro tradizionale La ragione per la uale lo faccio raramente ho riempito le pagine del volume di numerosi segni sottolineature e annotazioni Ma che cos'è un aforisma La radice della parola è la stessa di orizzonte Il verbo greco horizo significa delimitare Orizzonte è in origine il cerchio che si apre allo sguardo Francesco da Buti commentatore trecentesco di Dante ci offre una definizione precisa L'orizzonte è circulo terminativo de la nostra vista Non meno preciso è il Tasso nel Mondo creato uel che terminò l'umana vista ne i tenebrosi e lucidi confini orizonte fu detto Ne ho scritto in una breve recensione dei due strepitosi volumi dedicati agli aforismi italiani nelle edizioni Mondadori dei Meridiani Ma la storia degli aforismi che scrive Andrew Lui giovane e brillante studioso di origini orientali professore alla Standford University è per un altro verso tutta un'altra ambiziosa storiaHui lo definisce come un breve detto che richiede interpretazione e lo distingue dai generi correlati come proverbi massime ed epigrammi Mentre i proverbi e i detti sono vicini all'estremo banale e facili da capire ad es L'assenza rende il cuore più affezionato le massime e gli epigrammi sono da ualche parte nel mezzo contenenti un'acuta sintesi ad es Una colpa uasi universale degli innamorati è non capire uando si è più amati Gli aforismi al contrario hanno un fine filosofico o teologico e più nascosto I migliori aforismi ammettono un'infinità di interpretazioni un'inesauribilità ermeneutica uindi ciò che viene detto richiede interpretazione che deve essere compresa secondo precise linee tenendo presente che l'aforisma offre la massima condensazione e promette un infinito di significato infinito è la parola preferita di uesto libro Ma uanto più breve è l'aforisma tanto più tempo ci si impiega a capirlo Nel capitolo 1 Confucio il maestro silenzioso si esaminano gli analisti gli aneddoti e le conversazioni tra il maestro e lo studente risalenti al V secolo aC al I secolo dC Viene discussa la tradizione di raccolta interpretazione e commento che cresce attorno a uesti frammenti così come la graduale evoluzione della raccolta in un insieme ideologico sponsorizzato dallo stato Come dovrebbero essere letti tali frammenti di conversazioni Zhu Xi 1130–1200 offre consigli leggi e rileggi e immergiti nelle paroleNel capitolo 2 Eraclito cosa è nascosto Hui sostiene che il linguaggio laconico di Eraclito è tratto dalle oscurità degli oracoli uesti aforismi sono detti filosofici perché credono nella verità derivata dall'intelletto umano piuttosto che dalla rivelazione divina Sono uindi dopo e contro Omero ed Esiodo ma prima e contro i sistemi di Platone e Aristotele Dopo aver discusso dell'antica divinazione Apollo degli oracoli e di Delfi Hui difende gli oscuri aforismi di Eraclito contro l'argomentazione più sistematica della filosofia platonica Egli dice che una volta che si inizia a interpretare i frammenti oscuri si è già sulla buona strada per la saggezzaNel capitolo 3 Il Vangelo di Tommaso ciò che è rivelato l'autore segue il modello ermeneutico del capitolo precedente mentre per Eraclito la verità si trova nel logos per Il Vangelo di Tommaso la verità si trova in se stessi poiché Gesù dimora in essa Hui discute della scoperta di Nag Hammadi della relazione del testo con i tradizionali uattro vangeli e del messaggio di Thomas che è uno di indipendenza radicale Egli sostiene che i lettori devono decifrare per se stessi il significato del testo piuttosto che fare affidamento su ualsiasi dottrina settaria  uesto spiega perché Thomas non è mai entrato a far parte del canone ortodosso Il capitolo 4 Erasmo e Bacone l'antichità e la nuova scienza Il racconto delle rivoluzioni intellettuali del XVI XVII secolo come spiegazione e reazioni all'aforisma Gli argomenti includono la diffusione dei libri di Erasmo con i suoi Adages le immagini che lui usa delle gemme dei semi di senape in forma di pensieri le scatole di Sileno tutto serve come ad esempio e modo per guardare nell'ano di un cane Grande fatica comunicare in uesto modo per collezionare troppo da sapere Si crea così uella crisi che Bacone manifesterà con i suoi aforismi forniscono un orizzonte aperto di indagini piuttosto che un sistema chiuso di conoscenza accumulataIl capitolo 5 Pascal I Frammenti dell'Infinito Hui sostiene che i Pensieri di Pascal sono un ripudio della filosofia cartesiana Poiché uesti scritti sono stati trovati in fasci disorganizzati uando è morto il problema è come organizzare uesti frammenti irrimediabilmente disordinati ed enigmatici Diverse edizioni hanno tentato di mettere ordine in uesto disordine dove l'ordine non è mai stato voluto Piuttosto l'enigmatica instabilità del testo genera molteplicità di pensiero Ricordando il capitolo di Thomas la poetica dell'aforisma di Pascal secondo Hui consiste nella scrupolosa decifrazione dei segni di DioIl capitolo 6 Nietzsche I Frammenti del Non finito considera la straordinaria svolta di Nietzsche nella scrittura di aforismi a partire dai 638 aforismi di Umano troppo umano 1878 che segnò una rottura con i suoi primi studi filologici Hui esplora diverse ragioni per uesta svolta aforistica dalla debilitante salute a uno stile di vita peripatetico alla macchina da scrivere Il valore degli aforismi per Nietzsche consiste nel fatto che sono veloci da leggere Invece di debilitare la capacità di pensiero originale dei suoi lettori con troppe letture Nietzsche vuole una forma di interpretazione che sia interna silenziosa e vissuta Nell'epilogo non a caso Hui sceglie l'idea del cerchio per concludere il suo viaggio negli aforismi Si rivolge brevemente prima a Twitter e dice Secondo la mia teoria dell'aforisma i tweet vengono prima dopo e contro ogni forma di comunicazione di lungo respiro Ma poi con una svolta sorprendente chiude il suo libro con una visione autobiografica In una sezione intitolata Esaurimento Exhaustion Hui discute dei due aforismi ai uali si è sempre rifatto scrivendo il libro Il primo è di Nietzsche A che serve un libro che non riesce a portarci nemmeno oltre tutti i libriCi sono troppi libri molto più di uanto riusciremo mai leggere uesto crea frustrazione e disperazione riguardo a tutti gli oceani di testi e montagne di libri che non avrò mai tempo di leggere ual è la risposta Offre la meditazione Zen come contrasto con la miriade di interpretazioni discorsive che abbiamo incontrato nelle pagine precedenti Tale pratica è in fin dei conti non ermeneutica ma solo un sistema per svuotare la mente È come se per Hui il fascino dell'aforisma fosse uesta possibilità di andare oltre tutti i libri come se si potesse scoprire la verità e uindi interrompere la ricerca libresca  Una volta attraversato il fiume la proverbiale zattera messa insieme dal traballante legname di aforismi non è più necessario Resta il silenziouesta seria ma calda conclusione del libro così come il capitolo finale di Nietzsche rivela la grande attenzione di Hui per la scrittura di aforismi nel grande calderone del contesto della moderna comunicazione mediatica Sin dall'inizio del resto sono state ueste le dichiarate intenzioni del libro trovare una risposta alla domanda Può l'aforisma risolvere il problema della lettura e dare un senso ad essa uando Hui sostiene che l'aforisma viene prima dopo e contro la filosofia alleata e allo stesso tempo antagonista sta nel vero L'aforisma è una risposta antica seria e meditata alla babele logorroica mediatica nella uale la moderna tecnologia ci sta lentamente e fatalmente spingendo a vivere Se il destino della scrittura e della lettura consiste nella ricerca del senso e del significato della comunicazione umana l'aforisma può aiutarci a fare piazza pulita di tutte uelle scorie e trivia di cui è capace di creare la mente degli uomini Possiamo benissimo concludere parafrasando il pensiero di Nietzsche dicendo A che serve una parola se non ci conduce oltre tutte le altre parole

  7. Mer says:

    It's interesting to separate philosophy and aphorism as two entities this is a over generalisation for intellectual history if only identify system building The dichotomy of rational and liveliness is outdated these texts from the past are generated under a specific context and all of them are out of emotional fragments These texts we read is only the outcome and filter of their thoughts there should be acknowledgement in the limit of communication instead of praising another form of literature with the attempt to perform unnecessary overthrown

  8. David says:

    The first chapter and last chapter are good

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *